About us

Chi siamo

Oltremare è una fabbrica sociale nata dall’idea di Rossana e Pierluigi Fontana con l’impegno di creare uno spazio formativo e artigianale inclusivo, dove si pensano e realizzano oggetti di design.

Giovani con disabilità, designer, grafici e creativi lavorano insieme per dare vita ad oggetti belli, che vengono poi esposti all’interno dello shop di Oltremare.

Abbiamo chiamato questo impegno Design senza frontiere, creando una realtà dove artigianato e design si aprono al mondo delle fragilità.

Come nasce

L’iniziativa, a cui ha contribuito anche la Fondazione Cattolica Assicurazioni , nasce dal sodalizio con la Fondazione Carovana di Ancona che supporta, ormai da diversi anni, giovani con disabilità ad autoderminarsi e a realizzarsi nella loro vita adulta.

Abbiamo lavorato in squadra affiancando ai progetti di cohousing portati avanti da la Carovana un progetto di formazione, produzione e inclusione lavorativa. Siamo convinti, infatti, che l’autonomia abitativa unita a quella lavorativa ed economica siano indispensabili per una piena realizzazione di sè.

Ci siamo concentrati su questa possibilità mettendo a disposizione il nostro FabLab e i nostri artigiani ed avviando laboratori mirati a favorire la formazione e l’occupazione dei giovani con fragilità, per supportarli nella loro crescita ed emancipazione.

Protagonisti del loro futuro

In questa direzione Oltremare ha colto una sfida difficile: creare un ambiente di lavoro per tutti dove è favorito lo scambio culturale, la contaminazione tra due mondi, quello della disabilità e quello del design. Un ambiente dove si acquisiscono competenze e responsabilità  e viene premiato lo spirito d’iniziativa di ognuno.

Un luogo dove si sperimentano nuovi modi di pensare e percepire gli oggetti ma anche un luogo di rinnovamento culturale. Ecco allora che il design ma anche il saper fare artigiano non conoscono frontiere ed offrono a chiunque la possibilità di imparare e creare.

L’impegno è quello di arricchire il bagaglio professionale ed umano di ciascuno, formando una generazione inclusiva di artigiani.

.